Progetto Educativo Scuola Materna - Scuola Materna San Pietro all'Olmo - Cornaredo

Vai ai contenuti

Menu principale:

Area Didattica

Progetto Annuale 2019/2020
Scuola dell'Infanzia San Pietro all'Olmo

“Con Bing e i suoi amici alla scoperta dei nuovi mestieri del mondo...”



La nostra scuola per far fronte ai rapidi ed imprevedibili cambiamenti della società nella cultura, nella scienza e nella tecnologia, deve fare in modo che le future generazioni sviluppino competenze.
Stiamo in questo caso facendo riferimento ad una dimensione del bambino che, di fronte a situazioni e problemi, mette in gioco ciò che sa e ciò che sa fare, ciò che lo appassiona e ciò che vuole realizzare.
Per questo è necessario che i bambini abbiano atteggiamenti di apertura verso le novità, disponibilità all’apprendimento continuo, alla responsabilità e alla flessibilità.
In tale prospettiva nel progetto vengono declinate tutte quelle competenze che assumono come sfondo le Competenze in Chiave Europee, organizzate in base ai traguardi di sviluppo fissati dalle Indicazioni Nazionali per il Curriculo, nell’intenzione di promuovere nei bambini lo sviluppo di competenze intese come insieme di conoscenze, abilità e atteggiamenti appropriati al contesto.
Il progetto vuole coinvolgere i bambini in una progettazione incentrata sulle competenze che vedremo concretizzarsi attraverso la scoperta, la conoscenza e la prova pratica di alcuni mestieri.
L’idea è quella di creare l’occasione di avvicinare i bambini al mondo degli adulti, in modo divertente e coinvolgente, facendo prendere coscienza ai più piccoli dell’importanza del lavoro e di tutti i mestieri della nostra società e di quanto quest’ultima comporti grandi cambiamenti e dunque necessiti di capacità di adattamento.
Lo sfondo integratore sarà il personaggio fantastico di Bing e i suoi amici, personaggio molto conosciuto dai bambini, con il suo aiuto i bambini intraprenderanno un viaggio di esplorazione, di sperimentazione, di elaborazione, di proiezione dei bisogni del bambino nel gioco simbolico “facciamo finta che io sono…..”. Sarà proprio il gioco ad offrire a tutti i bambini la possibilità di guardare il mondo da un nuovo punto di vista.

TEMPI DI REALIZZAZIONE

Le attività si svolgeranno in orario curricolare. Il periodo di realizzazione avrà inizio a partire dal mese di ottobre e si concluderà nel mese di giugno.

RISORSE
Classe, salone, territorio.

LABORATORI
I laboratori andranno ad integrare in progetto.

TRAGUARDI DI SVILUPPO DELLE COMPETENZE E OBIETTIVI
IL SE’ E L’ALTRO
Conoscere le tradizioni della comunità e sviluppare un senso di appartenenza, dialogando, discutendo, confrontando ipotesi e procedure, giocando e lavorando in modo costruttivo e creativo con gli altri bambini.

OBIETTIVI 3/4

  • Accettare le regole di convivenza

  • Acquisire familiarità con il territorio


OBIETTIVI 5

  • Acquisire familiarità con il territorio

  • Conoscere alcune norme relative al corretto comportamento stradale


IL CORPO E IL MOVIMENTO

Provare piacere nel movimento e nelle diverse forme di attività quali correre, saltare ecc…..

OBIETTIVI 3/4

  • Controllare e sviluppare la manualità

  • Orientarsi nello spazio

  • Eseguire percorsi motori


OBIETTIVI 5

  • Affinare le coordinazioni oculo-manuali

  • Orientarsi nello spazio rispettando le regole

  • Eseguire percorsi motori

  • Conoscere in modo globale lo schema corporeo su di sé e sugli altri

  • Affinare l’autonomia nella gestione di sé e dei propri oggetti


LINGUAGGI, CREATIVITA’ ED ESPRESSIONE

Esprimersi attraverso il disegno e la pittura. Formulare piani di azione individualmente e di gruppo scegliendo con cura materiali e strumenti in relazione al progetto che si vuole realizzare.

OBIETTIVI 3/4

  • Usare liberamente e con creatività tecniche espressive

  • Arricchire di particolari il lavoro svolto


OBIETTIVI 5

  • Disegnare collocando movimenti secondo una corretta collocazione spaziale

  • Usare in modo creativo l’espressione grafico-pittorica-plastica rispettando le regole


I DISCORSI E LE PAROLE

Raccontare, inventare, ascoltare e comprendere narrazioni e letture di storie, dialogare, discutere chiedere spiegazioni e usare il linguaggio per progettare attività.

OBIETTIVI 3/4

  • Descrivere la realtà usando termini appropriati

  • Ascoltare e comprendere un racconto

  • Raccontare in ordine sequenziale


OBIETTIVI 5

  • Riassumere e riordinare in sequenza

  • Descrivere una situazione vista, vissuta, ascoltata

  • Mantenere l’attenzione sui racconti

  • Conoscere gli usi sociali della letteratura e della scrittura


CONOSCENZA DEL MONDO

Il bambino riuscirà a seguire correttamente un percorso sulle base di indicazioni verbali. Coglierà le trasformazioni naturali. Sarà curioso, farà domande, ipotesi; saprà utilizzare un linguaggio appropriato per descrivere le osservazioni o le esperienze.

OBIETTIVI 3/4

  • Guardare ed osservare quello che si vede intorno

  • Riconoscere fenomeni legati alle stagioni

  • Osservare e fare semplici esperimenti

  • Manipolare materiali diversi per creare oggetti

  • Confrontare lunghezze ed altezze

  • Riconoscere forme geometriche


OBIETTIVI 5

  • Guardare e verbalizzare quello che si vede

  • Costruire percorsi

  • Usare e riconoscere simboli

  • Ordinare quantità

  • Localizzare oggetti nello spazio fisico



COMPETENZE IN USCITA PER I 5 ANNI
AREA SOCIO-AFFETTIVA-AUTONOMIA

  • Imparare a gestire le frustrazioni

  • Acquisire le capacità di ascolto

  • Acquisire le capacità di cooperazione

  • Condividere con i compagni di classe le attività che lo gratificano e che gli permettono la partecipazione ed il coinvolgimento

  • Avere cura della propria persona e delle proprie cose


AREA LINGUISTICO COMUNICATIVA

  • Comprendere le relazioni

  • Riassumere seguendo una traccia contenuti ed attività

  • Lavorare in gruppo


AREA COGNITIVO-LOGICO MATEMATICA

  • Acquisire la capacità di trasferire le competenze che possiede


AREA PSICOMOTORIA

  • Acquisire sempre migliore consapevolezza di sé e dell’altro


MEDIATORI DIDATTICI

  • Mediatori attivi ( esplorazione dello spazio, esercitazioni manuali durante i laboratori…..)

  • Mediatori iconici ( macchine fotografiche, computer, materiali visivi per documentare…..)

  • Mediatori simbolici ( discussioni di gruppo, formulazione di giudizi, applicazione di giudizi, applicazione e controllo delle regole…..)


STRATEGIE
Nello specifico le strategie utilizzate saranno: l’apprendimento tra pari, cooperative Learning; peer tutoring; spazi laboratoriali.

VALUTAZIONE
La valutazione analizzerà direttamente nel corso dell’anno a livello trasversale tra i campi di esperienza, sia a livello personale che nell’interazione di gruppo: la partecipazione e l’interesse del bambino a fare, le variabili delle conoscenze e le abilità acquisite “essere, saper fare e saper essere”.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu