Progetto Educativo Scuola Materna - Scuola Materna San Pietro all'Olmo - Cornaredo

Vai ai contenuti

Menu principale:

Area Didattica

Progetto Educativo 2020-2021
Scuola dell'Infanzia San Pietro all'Olmo

“Con Vaiana alla scoperta dei 4 elementi”


Premessa

Il contatto con la natura concorre al raggiungimento di uno stato di maggiore benessere psicofisico, il bambino è felice nel trovare piccoli tesori, ascolta estasiato i rumori e i suoni che la natura offre.
E’ quindi utile offrire ai bambini la possibilità di ampliare la conoscenza dell’ambiente attraverso l’esplorazione diretta dei suoi elementi di base.
L’ambiente diventa pertanto luogo di istruzione e di informazione, una sorta di libro di lettura; esso è anche terreno di indagine e di scoperta cognitiva.


Sfondo Integratore

Vaina e alcuni personaggi del film animato “OCEANIA”.


Obiettivi Generali

  • Promuovere attraverso i sensi il corpo e la mente, il contatto con l’ambiente naturale circostante e potenziare quei tratti come la curiosità, la spinta ad esplorare e capire, il gusto della scoperta, la motivazione a mettersi alla prova.

  • Promuovere tramite l’osservazione, la manipolazione, la costruzione, l’elaborazione di ipotesi.

  • Promuovere esperienze che favoriscano lo sviluppo dell’autonomia e lo sviluppo delle competenze relative alle conoscenze degli elementi naturali.



Nuclei d'Apprendimento

  • ACCOGLIENZA (settembre)

  • L’ACQUA ( ottobre-novembre)

  • IL FUOCO ( gennaio- febbraio)

  • LA TERRA ( marzo- aprile)

  • L’ARIA (maggio-giugno)

  • AUTONOMIA PERSONALE ( indossare scarpe e grembiule, riconoscere e gestire il proprio materiale, soffiarsi il naso…..)

  • PROGETTO FONOLOGICO ( ottobre-giugno per 5 anni)

  • PROGETTO PRECALCOLO-PREGRAFISMO (ottobre-giugno per 5 anni)

  • PROGETTO RELIGIONE (ottobre-giugno per 3-4-5 anni)

  • NATALE (dicembre)

  • CARNEVALE (febbraio)

  • PASQUA ( marzo- aprile)



Laboratori

  • INGLESE (ottobre- maggio per 4 e 5 anni)

  • PSICOMOTRICITA’ (ottobre- maggio 3-4-5 anni)

  • INFORMATICA ( gennaio- maggio 5 anni)

  • EDUCAZIONE STRADALE (date da concordare per 5 anni)

CAMPI DI ESPERIENZA

TRAGUARDI DI SVILUPPO

IL SE’ E L’ALTRO

Dialoga, discute e progetta confrontando ipotesi, gioca e lavora in modo costruttivo con gli altri compagni; riflette, si confronta con gli adulti e con i compagni e si rende conto che esistono punti di vista diversi.

IL CORPO E IL MOVIMENTO

Esercita le potenzialità sensoriali, conoscitive, relazionali ed espressive.
Conosce il proprio corpo, le sue diverse parti e rappresenta il corpo fermo e in movimento.

IMMAGINI, SUONI E COLORI

Si esprime attraverso il disegno, la pittura e altre attività manipolative.
Utilizza materiali e strumenti, tecniche espressive e creative; formula piani di azione individualmente e collegialmente e sceglie materiali e strumenti in relazione al progetto da realizzare.

I DISCORSI E LE PAROLE

Sviluppa un repertorio linguistico adeguato alle esperienze e agli apprendimenti compiuti nei diversi campi di esperienza; racconta, inventa, ascolta e comprende storie; dialoga, discute e chiede spiegazioni.
Sperimenta rime, filastrocche, drammatizzazioni.

LA CONOSCENZA DEL MONDO

Coglie le trasformazioni naturali; osserva i fenomeni naturali e gli organismi viventi; è curioso, esplorativo.


Metodologia

  • Utilizzo della pratica guidata, dove l’insegnante da consegne precise

  • Utilizzo della pratica di risoluzione dei problemi, dove l’insegnante crea situazioni non ben definite dove l’alunno deve trovare una soluzione al problema.

  • Utilizzo della pratica della scoperta guidata, dove l’insegnante predispone alcune attività, accompagnando i bambini alla scoperta delle conoscenze.

  • Utilizzo della pratica della libera esplorazione, in cui il bambino ha un ruolo attivo nel processo di costruzione della propria conoscenza.

  • Utilizzo dei giochi simbolici e/o guidati, dove il bambino ha la possibilità di immedesimarsi sui ruoli e sui contesti proposti.

  • Utilizzo di immagini, storie.

  • Conversazioni guidate con domande-stimolo, per far capire ai bambini cosa prima si sapeva fare e cosa no e quindi come lo si è imparato (metaconoscenza).


Ogni insegnante utilizzerà le metodologie che più riterrà adatte allo stile cognitivo e alle capacità dei singoli alunni.

Risorse
Insegnanti della scuola, personale ata, volontario esterno.

Strumenti
Materiali didattici e materiali di facile reperibilità, computer, stereo, lettore dvd.

Spazi

  • Sezione

  • Salone

  • Giardino esterno

  • Territorio


Valutazione degli Apprendimenti

La valutazione dell’avvenuto raggiungimento degli obiettivi prefissati avverrà nei seguenti due modi:

  • Osservazione iniziale ed in itinere per rilevare difficoltà, potenzialità e bisogni formativi di ogni bambino.

  • Verifica finale: l’insegnante predispone alcune attività per verificare gli apprendimenti avvenuti o meno.


Valutazione della Programmazione
IL corpo docente attraverso il confronto delle esperienze, valuterà l’adeguatezza del percorso scelto rispetto ai risultati ottenuti dai bambini, in un’ottica di continuo miglioramento della qualità dell’offerta formativa.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu